Test di ammissione ad Architettura 2013

Saranno 8.640 i posti che i partecipanti al test di ammissione ad Architettura 2013 si contenderanno il prossimo 25 Luglio. Le modalità di svolgimento della prova, il dettaglio degli argomenti oggetto dei quesiti e la ripartizione dei posti disponibili sono stati resi noti dal MIUR con il decreto ministeriale n. 334 dello scorso 24 Aprile.

Il test di ammissione ai corsi di laurea per la formazione di architetto inizierà in tutti gli atenei alle 11.00 e i candidati avranno a disposizione 90 minuti di tempo per risolvere 60 quesiti a risposta multipla, con cinque opzioni tra le quali si dovrà scegliere l’unica corretta.

Come per Medicina e Odontoiatria, anche per l’accesso ai corsi di laurea in Architettura, Ingegneria edile-Architettura, Scienze dell’Architettura, Architettura ambientale e Architettura delle costruzioni da quest’anno è prevista un’unica graduatoria nazionale. Chi non dovesse rientrare nel numero di posti assegnati all’ateneo prescelto, se avrà totalizzato un punteggio utile per l’immatricolazione in un’altra università e sarà disponibile al trasferimento, potrà comunque iscriversi.

Il punteggio massimo attribuibile al test di ammissione ad Architettura 2013 sarà 90. Ciascuna risposta corretta darà 1,5 punti, mentre si otterranno meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata e 0 punti per ogni risposta non data. Quanti abbiano un voto di diploma almeno pari a 80/100 potranno totalizzare da 4 a 10 punti ulteriori, secondo la tabella contenuta nel decreto.

Le domande del test di ammissione ad Architettura 2013 saranno così distribuite: cinque di cultura generale, venticinque di ragionamento logico, dodici di storia, dieci di disegno e rappresentazione e otto di matematica e fisica.

La parte di cultura generale e ragionamento logico interesserà nozioni generali di ambito storico, sociale e istituzionale e sonderà la capacità di completare un ragionamento in modo coerente con le premesse. Le domande di storia del test di ammissione ad Architettura 2013 saranno mirate ad accertare la capacità di orientamento cronologico rispetto a protagonisti e fenomeni di rilievo storico (dall’Età antica a quella contemporanea), tenendo conto anche delle specifiche vicende artistico-architettoniche di ciascun periodo.

I quesiti dedicati al disegno e alla rappresentazione saggeranno le competenze di ciascun candidato rispetto all’analisi di grafici, disegni e rappresentazioni iconiche e la padronanza di nozioni elementari relative alla rappresentazione (piante, prospetti, assonometrie). Infine la sezione del test di ammissione ad Architettura 2013 relativa a matematica e fisica richiederà adeguate conoscenze in merito a: insiemi numerici e calcolo aritmetico, calcolo algebrico, geometria euclidea, geometria analitica, probabilità e statistica, nozioni elementari di meccanica, nozioni elementari di termodinamica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *